Metodi innovativi

Blog

L'UTILIZZO DELLA TAC INTRAOPERATORIA

 

L’ uso dell’ esame della Tomografia assiale Computerizzata ( o più semplicemente TAC) è da molti anni un valido ausilio diagnostico radiografico utilizzato in ortopedia e non solo.

 

L’ esame si rende necessario per mettere in evidenza o approfondire in modo molto efficace alcune patologie.

 

Con l’ avvento delle moderne apparecchiature ed i software in grado di eseguire delle ricostruzioni tridimensionali l’esame ha avuto un nuovo input con nuove frontiere che si stavano un po’ limitando, per via dell’ avvento e dell’ utilizzo della risonanza magnetica nucleare (o RMN), che presenta il vantaggio di non determinare l’ esposizione a radiazioni ionizzanti (raggi X) al paziente.

 

La TAC comunque presenta ancora indubbi e insostituibili vantaggi in campo ortopedico e, come dicevamo, nuove frontiere si sono aperte grazie alle ricostruzioni 3D che in campo traumatologico sono preziosissime.

 

Molte fratture in campo pediatrico necessitano di avere un esatto quadro diagnostico per sapere se è necessario o meno un intervento chirurgico.

Inoltre le ricostruzioni tridimensionali servono per stendere un planning pre operatorio e quindi conoscere e studiare in anticipo quali saranno le procedure da adottare.

 

L’ ultima e nuova frontiera è rappresentata dall’ uso della TAC intraoperatoria in campo ortopedico pediatrico.

 

Il nostro ospedale, primo e, forse, al momento unico tra gli ospedali pediatrici in Italia si avvale di questa apparecchiatura per poter controllare direttamente in sala operatoria la buona riuscita di un intervento in modo da evitare “sorprese” nei controlli effettuati dopo che il paziente si è risvegliato.

 

L’ esame trova una sua principale indicazione in traumatologia nel controllo della riduzione dei distacchi epifisari ( fratture tipiche ed esclusive dell’ infanzia che interessano i punti delle ossa dei bambini deputati alla crescita) che necessitano di un’ accurata e precisa riduzione per ridurre al minimo le complicanze che da tali fratture possono scaturire nel periodo restante di crescita.

La possibilità di controllare direttamente in sala operatoria, con il bambino addormentato sul tavolo operatorio, la bontà della riduzione ottenuta ci consente di evitare in alcuni casi gli interventi veri e propri in quanto, alla manovra di riduzione chiusa della frattura segue un immediato controllo con la TAC che conferma o meno la riduzione ottenuta.

In altri casi dopo avere ridotto la frattura e posizionato i mezzi di sintesi ( come per esempio una vite) la TAC eseguita in sala operatoria conferma il corretto posizionamento della sintesi e la perfetta riduzione della frattura.

In caso contrario si potrà procedere immediatamente alla correzione di quanto non ottenuto, nel caso in cui la situazione non sia soddisfacente, evitando al bambino un nuovo intervento, cosa che fino a poco tempo fa poteva succedere, quando la TAC veniva eseguita il giorno successivo all’ intervento.

 

Tale macchinario quindi rappresenta un indubbio vantaggio per il paziente e per il chirurgo e un vanto della nostra struttura ospedaliera.

RICERCA

News

I MIEI STUDI

OSPEDALE DEI BAMBINI "VITTORE BUZZI"

Via Castelvetro 32 - Milano

Prenotazioni libera professione Tel. numero verde 800.890.890 dalle 08,00 alle 20,00 (da lunedì a sabato)
(riceve giovedì pomeriggio).

Telefono Diretto 338.9362814

 Fax 02.63635717
Segreteria 02.63635316 - Reparto 02.63635315 

vai al sito del Buzzi

TORINO

Presso C.P.G. in via de Sonnaz 5/a - 10121 Torino | Tel. 011 5611187

(riceve venerdì pomeriggio)

Vai al sito del C.P.G.

 

BIELLA

Presso C.D.C. in via Bertodano 11 - 13900 Biella | Tel. 015 20385
(riceve martedì pomeriggio).

vai al sito C.D.C. di Biella

 

CUNEO

Presso C.D.C. in piazza Galimberti 4 - 12100 Cuneo | Tel. 0171 66478
(riceve lunedi pomeriggio).

vai al sito C.D.C. di Cuneo

SCRIVIMI

Autorizzo il trattamento dei dati personali

Leggi l'informativa - (Art. 13 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali") - Letta l'informativa, esprimo il consenso al trattamento dei miei dati.