Traumatologia

Le Patologie

LE FRATTURE SOVRACONDILOIDEE DEL GOMITO

Le fratture sovra condiloidee del gomito

 

Le fratture sovracondiloidee dell’omero rappresentano circa il 16% di tutte le fratture pediatriche e sono le più comuni a carico del gomito.

Avvengono tipicamente per caduta con arto superiore che si estende con il tipico e istintivo movimento di protezione.

La tumefazione ed il gonfiore accoppiate ad una deformità non lasciano dubbi che si sia verificata una frattura soprattutto nei casi in cui la frattura è più grave.

 

Una radiografia è comunque necessaria in ogni caso per escludere o confermare la frattura e per capire di quale tipologia di frattura si tratti.

Le fratture composte o con spostamento minimo possono essere trattate conservativamente, con un’immobilizzazione semplice con un’ emigomitiera ( un gesso cioè non completo ma che comprende solo la parte posteriore del braccio)

Le fratture scomposte necessitano di riduzione, eventualmente associata alla sintesi con fili di Kirschner e di immobilizzazione eseguita in anestesia generale.

In tutti i casi, l’immobilizzazione viene mantenuta in media  per la durata di 3 settimane.

  frattura scomposta

 controllo post operatorio

La mobilizzazione attiva del gomito inizia non appena il gesso viene rimosso (dopo 3 settimane). La rimozione dei fili di Kirschner è effettuata contestualmente alla rimozione del gesso: questa procedura può essere eseguita in ambulatorio, qualora i fili di Kirschner siano stati in infissi per via percutanea, perché tale manovra non è dolorosa

  controllo dopo 3 settimane alla rimozione dei fili di K

In alcuni casi, in seguito alla frattura, proprio per la vicinanza dei nervi a livello del gomito potrebbero insorgere deficit neurologici che hanno in genere carattere transitorio e di solito il recupero spontaneo si realizza in un arco di tempo tra le 2 settimane e i 6 mesi. L’esplorazione chirurgica dei nervi non è, di solito, indicata.

La fisioterapia non è necessaria e non deve essere prescritta poiché potrebbe causare la comparsa di ossificazioni eterotopiche con conseguente rigidità del gomito.

La ripresa completa del movimento può impiegare anche 1 anno dalla frattura.

 

RICERCA

Le Patologie

News

Dove Visito

OSPEDALE INFANTILE REGINA MARGHERITA

Piazza Polonia 94 - 10126 Torino

Telefono Diretto 011 3131876

 Fax 011 3135092
Segreteria 011 3135270 - Sala gessi 011 3135399.

Prenotazioni libera professione dalle 16,00 alle 19,00 | Tel. 011 3135005
(riceve giovedì pomeriggio).

Vai al sito dell' Ospedale Infantile Regina Margherita

 

TORINO

Presso C.P.G. in via de Sonnaz 5/a - 10121 Torino | Tel. 011 5611187

(riceve venerdì pomeriggio)

Vai al sito del C.P.G.

 

BIELLA

Presso C.D.C. in via Bertodano 11 - 13900 Biella | Tel. 015 20385
(riceve martedì pomeriggio).

vai al sito C.D.C. di Biella

 

CUNEO

Presso C.D.C. in piazza Galimberti 4 - 12100 Biella | Tel. 0171 66478
(riceve martedì pomeriggio).

vai al sito C.D.C. di Cuneo

SCRIVIMI

Autorizzo il trattamento dei dati personali

Leggi l'informativa - (Art. 13 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali") - Letta l'informativa, esprimo il consenso al trattamento dei miei dati.